• Home
  • Blog
  • Articoli
  • Parcheggio di Nesima restituito al legittimo proprietario dopo 8 anni di problemi

Parcheggio di Nesima restituito al legittimo proprietario dopo 8 anni di problemi

Dopo otto anni di controversie, il parcheggio Nesima Catania è stato restituito al legittimo proprietario. L’indagine sulle iene urbane è decisiva. Dalle indagini della iena a Catania è emerso che la controversia tra  l’Ospedale Garibaldi e il parcheggio Nesima nella stazione della  metropolitana è risolta da 8 anni. Si tratta di un’area di circa 12.000 metri  quadrati nei pressi della rotonda di Nesima e ha suscitato negli anni  l’interesse di molte persone. Oggi il terreno è stato restituito al legittimo  proprietario, Michele Saraceno, ma per riportare l’area alla normalità sarà  necessaria una sentenza del tribunale e un’indagine televisiva. L’inchiesta  firmata da Silvio Schembri è andata in onda in Italia 1.Tutto è iniziato negli  anni ’80, quando Saraceno ha istituito uno stadio di calcio nella zona. Lo  sviluppo della città e la costruzione dell’ospedale lo hanno portato a  convertire lo stadio in un parcheggio, inizialmente sotto la responsabilità di  Antonio Scalia, che gestirà il parcheggio per sei anni senza problemi.  Secondo il rapporto dell’indagine, il residente non voleva andarsene alla  scadenza del contratto. Quindi, è iniziata la causa civile e la causa è stata  ritardata di diversi anni a causa della falsa firma sul contratto di locazione. 

Solo otto mesi fa, nel 2020, la sentenza ha dimostrato che la firma sul  contratto era falsa. La condanna dell’occupante è arrivata, ma anche così  Saraceno non otterrà la sua terra. Il parcheggio, infatti, è stato ceduto a  Multipower Srl. Nonostante il provvedimento di sfratto, a causa di un’altra  falsa firma, Multipower ha tenuto il terreno fino a fine febbraio, e Saraceno  avrebbe utilizzato un’altra falsa firma per vendere il parcheggio all’azienda.

Alessandro Barcella classe 3M