Fantasia, curiosità, voglia di scrivere? Ecco cosa serve per partecipare al contest Giornalisti in erba!

La partecipazione è completamente gratuita.
Ogni studente, o classe, può aderire al contest senza alcun limite di invio dei contributi

Modalità di partecipazione

Per partecipare è necessario che ogni istituzione scolastica sia registrata al giornale on line “La scuola fa notizia. Se i giovani la scrivono i giovani la leggono”(lascuolafanotizia.it). Possono iscriversi tutte le scuole di ogni ordine e grado accedendo alla piattaforma e compilando il form di iscrizione. Una volta compilato, la redazione provvederà ad accettare la richiesta e verrà inviata una mail con le credenziali (nome utente e password). Le scuole già iscritte possono utilizzare le credenziali già in loro possesso. Attraverso la piattaforma è possibile pubblicare articoli, foto, video, disegni realizzati dai ragazzi, in questo modo contribuirete a realizzare le edizioni mensili del giornale on line interamente composto dagli articoli delle redazioni scolastiche di tutta Italia.

Modalità di svolgimento

Per ogni argomento qui di seguito elencato potranno essere pubblicati articoli, video, fotografie, poesie, racconti e disegni. Ogni studente o gruppo di studenti potrà quindi decidere uno o più tra i temi proposti. Ogni scuola può partecipare più volte. Entro la scadenza dei due mini contest (gennaio 2022 e maggio 2022) verranno comunicati i vincitori. I lavori vincitori verranno diffusi attraverso i canali dell’agenzia Dire.

Primo mini contest
(6 settembre 2021 – 10 gennaio 2022)

tracce proposte:

Impatto della pandemia sui comportamenti alimentari dei giovani
La pandemia da covid19 ha avuto un impatto negativo anche nel rapporto fra i giovani e l’alimentazione, determinando un aumento dei casi sia di malnutrizione sia di disturbi alimentari. Le difficoltà economiche e il disagio sociale hanno reso ancora più precarie le condizioni di vita delle famiglie vulnerabili e, parallelamente, sono incrementati i comportamenti patologici legati al cibo, come risposta allo stress e all’isolamento sociale.

Qual è il tuo rapporto con il cibo? Ritieni di avere un corretto regime alimentare? Nello scorso anno scolastico, la didattica a distanza, la lontananza forzata dagli amici, lo stravolgimento della propria quotidianità e il vivere prevalentemente a casa, hanno indotto dei cambiamenti nel tuo rapporto con l’alimentazione? Raccontaci la tua esperienza descrivendo anche la tua giornata alimentare tipo e allegando anche una foto dei cibi che hai introdotto in pandemia.

Arte
L’arte, nelle sue mille forme, fa parte della vita di ognuno di noi, è infatti difficile pensare a una vita senza musica, senza colori e senza poesia. Ogni tipo di attività artistica rivela un atto creativo, dove entrano in gioco le emozioni, l’immaginazione e un linguaggio che si esprime, a seconda dei casi, in forme, colori, concetti, note e parole. L’arte è benefica sia per chi la fa sia per chi la fruisce, perché ci permette di esprimere noi stessi e il nostro mondo interiore, tanto che sempre più si parla di art therapy. Cos’è per te l’arte e qual è il tuo linguaggio artistico preferito?

Patrimonio artistico
L’Italia possiede il più ampio patrimonio culturale a livello mondiale con oltre 3.400 musei, circa 2.100 aree e parchi archeologici e 43 siti Unesco. Sei consapevole di quanto sia importante tutelare e preservare per il futuro questa grande eredità che ci riguarda? Nella tua città c’è un monumento o un luogo (museo, biblioteca, palazzo storico, piazza, ecc..) che secondo te non è sufficientemente valorizzato? Cosa possiamo fare noi cittadini, giovani e adulti, per prenderci cura e promuovere il patrimonio artistico del territorio in cui viviamo?


mini-contest non più attivo

(16 novembre 2020 – 15 maggio 2021)

tracce proposte:

Amicizia
L’amicizia, come l’amore, è uno dei legami più belli e importanti che ci siano. Al di fuori della famiglia, gli affetti più cari sono generalmente quelli legati alle amicizie. Tuttavia il termine amico è spesso abusato: ad esempio nel mondo dei social network abbiamo più di mille “amici”, ma poi con quanti abbiamo realmente dei rapporti reali? Cos’è per te l’amicizia?

Cambiamento climatico
La scienza da tempo sottolinea quanto l’azione umana metta in pericolo il nostro pianeta e quanto alcuni fenomeni provocati dall’uomo, come il riscaldamento climatico, l’inquinamento e la deforestazione, stiano irrimediabilmente compromettendo la sopravvivenza della nostra stessa specie. Tu quanto sei sensibile ai temi ambientali e quanto sei disposta/o a impegnarti in prima persona per cooperare allo sviluppo sostenibile del nostro pianeta?

Cittadinanza digitale
Chiunque di noi è testimone della progressiva integrazione della dimensione digitale in ogni aspetto della propria vita. Siamo ormai più che “semplici” cittadini: siamo cittadini digitali, ovvero cittadini di un mondo connesso, portatori di diritti e doveri, con strumenti intelligenti a disposizione che ci consentono di personalizzare e ottimizzare le nostre esperienze come utenti e clienti. Ma per usare questi strumenti al meglio, per noi stessi e per la comunità, è necessario disporre di idonee competenze. Infatti la frequentazione degli ambienti digitali senza il possesso di adeguate competenze può determinare situazioni di disagio e, a volte, di pericolo, esponendoci a numerosi rischi, tra cui i più comuni sono: frodi; violazione della privacy, adescamento; sexting e cyberbullismo.
Quanto sei consapevole dei rischi connessi all’utilizzo delle rete e quanto è importante per te educare ad un uso consapevole delle tecnologie online?

Costituzione
La Costituzione, entrata in vigore il 1° gennaio del 1948, è la legge cardinale dello Stato Italiano e costituisce tutt’oggi la base della nostra legislazione, in particolar modo per quel che riguarda i diritti e i doveri dei cittadini. Con i suoi 139 articoli, di cui i primi 12 fondamentali, la Costituzione è il piedistallo sul quale poggia la nostra coscienza nazionale. Quanto è importante conoscere e diffondere i valori della Costituzione secondo te? Ritieni che qualcuno dei principi sanciti nella nostra Carta non sia pienamente rispettato nella nostra società?

Dire Donna
Una traccia tutta al femminile per dire basta ad ogni forma di violenza e discriminazione delle donne, per ribadire l’urgenza di una piena ed effettiva partecipazione femminile in tutti gli aspetti della nostra società e di pari opportunità di leadership ad ogni livello decisionale in ambito politico, economico e della vita pubblica, e per riaffermare con forza il rifiuto verso ogni violenza fisica o psicologica, verso ogni forma di molestia e sopruso, verso ogni pratica abusiva come il matrimonio combinato, il fenomeno delle spose bambine, le mutilazioni genitali femminili, lo sfruttamento sessuale, ecc..
Se è vero, come afferma il filosofo illuminista Charles Fourier, che “Il grado dell’emancipazione femminile è la misura naturale dell’emancipazione universale”, qual è il contributo che ciascuno di noi può dare per rendere la società più giusta ed emancipata?

Droga
La dipendenza da sostanze è una patologia con un importante impatto negativo sulla comunità, con conseguenze dirette e indirette sull’ordine pubblico e sulla spesa sanitaria e sociale. Le fasce di popolazione più vulnerabili al fenomeno sono i giovani adolescenti e purtroppo anche nelle scuole si verificano sempre più spesso casi di spaccio e di consumo di sostanze illegali. Quali potrebbero essere secondo te delle efficaci attività di prevenzione? Quali interventi d sensibilizzazione potrebbero essere più utili? Quale dovrebbe essere il ruolo di genitori, insegnanti, educatori e policy maker nel supportare le giovani generazioni a tutelare la loro salute scegliendo uno stile di vita sano e non tossico?

Infodemia
Con la pandemia da Coronavirus è tornato alla ribalta il concetto di infodemia, ovvero, secondo la definizione del vocabolario Treccani, la «circolazione di una quantità eccessiva di informazioni, talvolta non vagliate con accuratezza, che rendono difficile orientarsi su un determinato argomento per la difficoltà di individuare fonti affidabili». Qual è il rischio di essere sommersi da così tante informazioni, spesso contraddittorie tra loro? Cosa possiamo fare nel nostro piccolo per orientarci in questo bombardamento mediatico?

Integrazione
L’integrazione, l’accettazione di sé e dell’altro, l’inclusione, il rispetto della diversità e delle differenze, sono tutti principi alla base di una società moderna e culturalmente evoluta, nonostante la cronaca spesso ci ricordi quanta strada ancora bisogna percorrere per fare in modo che questi principi diventino universalmente accettati ed agiti da tutti. Quant’è importante, soprattutto a scuola, lavorare per combattere stereotipi e pregiudizi e realizzare percorsi educativi di valorizzazione delle differenze, per prevenire la violenza di genere, il bullismo e ogni tipo di discriminazione? 

Legalità
La legalità è il principio per il quale siamo tutti uguali di fronte alla legge e, nel contempo, siamo tutti tenuti ad agire secondo la legge. Senza legalità non c’è stato e non c’è società, poiché ogni società ha bisogno di sicurezza e di convivenza civile, condizioni che sono appunto garantite dalla legalità. La legalità non è un concetto astratto ma si deve praticare a tutti i livelli, anche nel nostro quotidiano. Nella vita scolastica legalità vuol dire rispetto per le regole, rispetto degli insegnanti e rispetto dei compagni, specie di quelli più deboli. Di cultura della legalità si parla in relazione alla lotta contro le organizzazioni mafiose. Parlaci di cosa è per te la legalità, anche in confronto con quella che è la sua negazione, ovvero l’illegalità.

Memoria
Con questa traccia si vuole sensibilizzare all’importanza del ricordo dello sterminio del popolo ebraico, delle leggi razziali, della persecuzione contro rom, sinti, omosessuali e dissidenti politici, di tutti i cittadini di ogni luogo e tempo che hanno subìto la deportazione, le torture e la morte, nonché di coloro che si sono opposti a questi progetti di sterminio, e a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Moda
La moda è da sempre un fenomeno sociale importantissimo, tanto che, praticamente in ogni epoca e in ogni società, seguire e inventare le nuove tendenze viene vissuto come un vero e proprio diktat. Il nostro aspetto, infatti, dice moltissimo di noi. Cos’è per te la moda? Secondo te, è ancora valido il detto L’abito non fa il monaco?

Scuola bene comune
Qual è il ruolo principale della scuola? Dispensare delle nozioni? Preparare i giovani al mondo del lavoro? No, la sua missione principale è quella educativa, per principio seconda solo a quella della famiglia, ovvero quella di prendersi cura di tutti gli aspetti che formano il discente, non solo dal punto di vista cognitivo – attraverso il metodo di studio e la cura dei processi di apprendimento – ma anche dal punto di vista emotivo e sociale, aiutandolo a interpretare il suo ruolo all’interno della società e a renderlo un attore critico della realtà, capace di interpretarla, viverla appieno e dare il suo contributo attraverso i suoi talenti innati o sorti nel corso della formazione. Proprio per questo suo ruolo fondamentale, la scuola è un bene comune e da tutti deve essere curata e protetta come un ecosistema entro cui si svolge la vita della parte più preziosa della comunità umana: le generazioni future.

Sport
Tutti conosciamo l’importanza della pratica sportiva per il nostro corpo e la nostra mente, ma oltre a contribuire al nostro benessere, lo sport ci regala tanti altri benefici: in primis è uno strumento di socializzazione che permette di confrontarsi con gli altri e allargare i propri orizzonti; ci aiuta a costruire nuove relazioni, a imparare lo spirito di squadra, a collaborare e a sviluppare il senso di appartenenza e di lealtà. Inoltre è un fondamentale vettore di integrazione e di rispetto degli altri, per questo è praticato da sempre e in qualunque parte del mondo. Cosa rappresenta per te lo sport e quali cambiamenti ha apportato alla tua vita?

Terrorismo
Il terrorismo rimane purtroppo un fenomeno sempre attuale che continua a causare centinaia di morti e feriti nel mondo, adducendo presunte motivazioni di carattere etnico, religioso o politico. Il terrorismo può assumere tanti volti diversi: è la bomba anarchica lanciata contro il palazzo del Governo; è il coltello che ha recentemente decapitato il professore in Francia; è la pistola brigatista che ha freddato magistrati, politici e uomini dell’Arma durante i nostri anni di piombo; è il kamikaze col corpo dilaniato dall’ordigno; è la mano di colui che uccide deliberatamente per seminare paura. Secondo te dovremmo convivere con questa minaccia per sempre, oppure ci sono delle strategie che su varia scala possono combattere tali crimini ed evitare che si ripetano in futuro? Sono esistite esperienze di successo di lotta al terrorismo?


mini-contest non più attivo
(1 settembre 2020 – 15 novembre 2020)

tracce proposte:

Copyright
Le grandi piattaforme ospitano i contenuti prodotti da redazioni, personaggi dello spettacolo e aziende creando così una rete di informazione. I post a cui accediamo tramite social per leggere qualcosa che ci interessa, però, non si trasformano in profitto per gli autori ma arricchiscono i provider. Come pensi si possa proteggere il diritto d’autore sui social rispettando la libertà di espressione?

Pirateria
La quarantena da coronavirus si è dimostrata terreno fertile per l’aumento della pirateria, con l’Italia che guida la non invidiabile classifica dei Paesi che hanno registrato un incremento nella riproduzione pirata di film, musica, programmi sportivi e pay tv, spettacoli e concerti, software e videogiochi, immagini ecc. Sei consapevole di quali sono i rischi di scaricare contenuti illegali e del fatto che in rete c’è un’ampia offerta di contenuti gratuiti che non violano il diritto d’autore?

Premi

I vincitori di ciascun contest riceveranno, a seconda della disponibilità, strumenti di lavoro o buoni spesa in linea con i prodotti realizzati per supportare la creatività e il lavoro dei ragazzi.

Premio redazionale

Oltre ai premi singoli verranno assegnati i premi redazionali per le redazioni che entro il 30 giugno 2021 avranno pubblicato sulla piattaforma La scuola fa notizia un minimo di 200 contributi.

Privacy e liberatoria

Gli elaborati multimediali prodotti (foto e video) dovranno essere corredati dal consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della legge N. 196/03 e successive modificazioni e regolamento UE 2016/679 (GDPR) e della liberatoria all’utilizzo del materiale a scopo divulgativo da parte degli autori (ovvero del genitore in caso di minorenne). Il consenso al trattamento dei dati e la liberatoria potranno rimanere agli atti della scuola senza obbligo di invio alla Redazione Diregiovani.

Questioni legali ed etiche

Qualsiasi notifica relativa ad eventuali variazioni sul regolamento verrà pubblicata sul sito web del concorso e sarà valida dalla data della pubblicazione. Tutti i partecipanti devono seguire gli accordi europei sui diritti d’autore. I partecipanti nell’inviare le foto dichiarano di essere gli autori delle foto e come tali di essere i titolari dei diritti esclusivi sui medesimi e di aver ottenuto il consenso alla pubblicazione da parte di eventuali soggetti terzi presenti nelle foto. I partecipanti accettano altresì di non pubblicare qualsiasi tipo di materiale protetto da “copyright” a meno che i diritti di autore non gli/le appartengano. In ogni caso Diregiovani non potrà essere ritenuto responsabile, direttamente ed indirettamente, nei confronti degli utenti e in generale di qualsiasi terzo per eventuali ritardi, imprecisioni, errori, omissioni, danni (diretti, indiretti, conseguenti, punibili e sanzionabili) derivanti dai suddetti contenuti. I contributi inviati non devono contenere affermazioni, fatti, informazioni o citazioni che possono nuocere o danneggiare persone o gruppi di persone o incoraggiare la persecuzione di individui per razza, opinione, nazionalità, sesso, professione o credo. Non devono altresì incoraggiare il crimine o l’infrazione della legge.

Squalifica del progetto

Diregiovani.it può decidere di squalificare un progetto se questo non è stato presentato entro il termine di scadenza, se l’iscrizione è stata effettuata in modo parziale o se il progetto infrange qualsiasi regola della sezione “Questioni legali ed etiche”.

Diritti di produzione

Tutti gli elaborati inviati diventano di proprietà di Diregiovani.it che ha il diritto di migliorare, rivedere, ampliare, modificare e riprodurre il materiale ricevuto.

Finalità del portale diregiovani.it

Il concorso è parte dei progetti realizzati da diregiovani.it, per valorizzare la creatività dei giovani, le loro proposte e opinioni. Il concorso mira a contribuire alla diffusione di tutte le potenzialità insite nel mondo giovanile alle quali non viene data la giusta visibilità tentando in tal modo di costruire un modello di riferimento positivo che abbia come obiettivo quello di rendere i giovani consapevoli e artefici del loro futuro. Il portale diregiovani.it diviene così un grande “contenitore” di idee e contributi originali tra i quali, ogni anno, vengono individuati spunti di riflessione e argomenti di discussione – oggetto di approfondimento e dibattiti nel corso di eventi pubblici, manifestazioni e momenti di incontro tra studenti e mondo degli adulti – e tutti i migliori elaborati vengono premiati. Tutti i premi sono simbolici e hanno, dunque, valore di riconoscimento del merito personale e di incoraggiamento alla diffusione di un modello virtuoso tra i ragazzi. Le attività promosse dal portale diregiovani.it sono state accolto con grande favore non solo dai giovani ma anche dalle istituzioni, territoriali e nazionali, tanto che le attività pubbliche realizzate vengono patrocinate, tra gli altri, da Camera dei Deputati, Senato della Repubblica, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Lazio, Comune di Roma e da numerosi ministeri quali il Ministero della salute e il Ministero dell’Istruzione.

ISCRIVI LA TUA SCUOLA